Seleziona Edizione


  Feb - 2014    
  Ott - 2013    
  Lug - 2013    
  Giu - 2013    
  Gen - 2013    
  Dic - 2012    
  Nov - 2012    
  Ott - 2012    
  Set - 2012    
  Ago - 2012    
  Lug - 2012    
  Giu - 2012    
  Mag - 2012    
  Apr - 2012    
  Mar - 2012    
  Feb - 2012    
  Gen - 2012    
  Dic - 2011    
  Nov - 2011    
  Ott - 2011    
  Set - 2011    
  Ago - 2011    
  Lug - 2011    
  Giu - 2011    
  Mag - 2011    
  Apr - 2011    
  Mar - 2011    
  Feb - 2011    
  Gen - 2011    
  Dic - 2010    
  Nov - 2010    
  Ott - 2010    
  Set - 2010    
  Ago - 2010    
  Lug - 2010    
  Giu - 2010    
  Mag - 2010    
  Apr - 2010    
  Feb - 2010    
  Ott - 2009    
login
ricerca
rss
Giovedì, 24 Aprile 2014 ore 03,36
“La nostra fede in altri rivela
in che cosa noi vorremmo
credere di noi stessi.”
Friedrich Wilhelm Nietzsche
religioni | media | società | diritti umani | cultura | sicurezza | economia | ambiente e ricerca | migrantes | intelligence | country profile

Ricerca avanzata


Trova risultati che contengano  

le seguenti parole  
una qualunque delle seguenti parole  
la seguente frase  
e non contengano le parole  

Rubriche
Testate
Target
Autore


  Periodo dal   al  

reset tutte ultimo mese ultima settimana ieri oggi

     

Lista Autori

Opzioni Utente


Style Paragrafo:

  Font Titolo:

  Size Titolo:

  hits:

no abstract:

   formattazione testo della notizia per:
rassegna stampa:
rassegna video:
rassegna audio:

     

Afghanistan – Helmand, morti sei britannici
  d21

Strage in Afghanistan. Sei militari britannici muoiono per un´esplosione nella provincia meridionale di Helmand, nel peggior attacco alle truppe inglesi negli ultimi sei anni.

Il contingente era in viaggio tra Gereshk e Lashkar Gah, quando il loro veicolo Warrior è saltato in aria, probabilmente a causa di una mina anticarro. “È un giorno disperatamente triste per il Paese e disperatamente triste, naturalmente, per le famiglie dei militari – ha detto il premier David Cameron – Ci ricorda l’enorme prezzo che stiamo pagando per rispettare i nostri impegni in Afghanistan. Il sacrificio che i nostri soldati hanno fatto e continuano a fare”. Il governo di Londra ha fatto sapere che l’incidente non modificherà il piano di rientro delle truppe, previsto entro la fine del 2014. Con questo attentato salgono a 404 le vittime britanniche in Afghanistan. È il contingente con il maggior numero di morti dopo quello statunitense.

(07 Mar 2012)

     

 ISSN 1825-2184    Copyright 2010 Diario 21 - powered by Telpress Italia SpA
Intranet